Contributi

Ceva fornisce un contributo essenziale alla lotta globale contro le zoonosi.

E’ sbalorditivo che il 75% delle nuove malattie che colpiscono gli esseri umani siano di origine animale. Ceva Santé Animale fornisce un contributo essenziale alla lotta globale contro la brucellosi, l'influenza aviaria e altre zoonosi come la febbre Q, che è recentemente diventata una minaccia molto seria per la salute pubblica nei Paesi Bassi.
 Secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità, ogni anno 500.000 casi di brucellosi vengono diagnosticati nell’uomo. La brucellosi è diffusa dagli animali all'uomo, principalmente attraverso l'inalazione di polveri durante la manipolazione di prodotti contaminati con il batterio Brucella, o il consumo di latte crudo proveniente da animali infetti.
 CEVA è l'unico gruppo farmaceutico veterinario internazionale ancora attivo nella lotta contro la brucellosi ed è partner di numerose campagne di prevenzione nei paesi dove la malattia è altamente endemica. Il gruppo offre alle autorità sanitarie di tali paesi soluzioni che includano la vaccinazione, associando così la profilassi vaccinale con la competenza tecnica di uno dei leader nel campo delle malattie abortive.
 Ceva ha messo a punto un nuovo tipo di vaccino, VECTORMUNE HVT-A1, un vaccino vettorizzato che, con la sua tecnologia avanzatissima, consente all'azienda di entrare nel novero dei principali attori nella lotta contro l'influenza aviaria in tutto il mondo.
 Si prevede che entro il 2020, la produzione mondiale di proteine subirà un calo del 50%. In questo contesto, Ceva sta attivamente cercando nuove soluzioni per contribuire a migliorare la produzione di proteine animali in tutto il mondo.

Ritorna all'inizio